Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Home Visite tematiche galleria di immagini Farmacia degli Incurabili
Vai su di un livello
Oggetto Architettonico - Edificio

Farmacia degli Incurabili


Farmacia degli Incurabili

L'ospedale di Santa Maria del Popolo (detto "degli Incurabili", perchè destinato agli indigenti che non potevano permettersi le cure) fu eretto nel 1521 per volontà della catalana Maria Longo, moglie del reggente Giovanni Lonc, a seguito della sua miracolosa guarigione da una paralisi. La farmacia, a cui si accede dal cortile, si deve alla ristrutturazione (1744-1750) dell'antica spezieria cinquecentesca. I lavori vennero finanziati dal lascito di uno dei reggenti dell'ospedale, Antonio Maggiocca, di cui è conservato all'interno un busto marmoreo, realizzato da Matteo Bottigliero (1750 ca.). L'interno è composto da due ambienti: un grande salone ed un'antisala. Il piccolo vano, che fungeva da laboratorio, è interamente ricoperto da scaffalature in noce intagliato e decorato, opera, come il tavolo centrale, dell'ebanista Agostino Fucito. Alle pareti una vasta raccolta di albarelli e idrie, i tipici contenitori da farmacia, decorati a chiaroscuro turchino. Il salone conserva circa 400 vasi maiolicati opera di Lorenzo Salandra e Donato Massa (metà XVIII secolo), con scene bibliche ed allegorie. Il pavimento in cotto maiolicato è attribuibile a Giuseppe Massa.

Ulteriori informazioni
Localizzazione
  Nazione: Italia
  Località:

  Denominazione spazio viabilistico:

  Zona Censuaria:

  Coordinate geografiche: 21837
Identificazione
  Codice scheda:
Accessibilita (Etichetta non tradotta)
  Orario:

  Costo del biglietto:

  Biglietteria, prenotazioni telefoniche e/o on-line:

  Accesso:

Servizi
  Servizi per la visita:

  Servizi annessi:

Descrizione_edificio (Etichetta non tradotta)
  Definizione tipologica dell'edificio: elemento
  Descrizione della struttura dell'edificio:

  Descrizione plano-volumetrica:

  Descrizione dei rivestimenti e dell'apparato decorativo:

  Spazi esterni:

  Iscrizioni:

Uso
  Uso/i attuale/i:

  Uso/i originario/i:

Dati tecnici
  Stato di conservazione:

  Restauri:

Cronologia
  Cronologia generica:

XVIII

  Cronologia specifica:

  Preesistenze:

Fonti
  Bibliografia:

  Fonti documentarie:

  Documentazione grafica:

  Documentazione fotografica:

  Altra documentazione:

Osservazioni
  Osservazioni e note: